Il Tortano napoletano, la tradizione partenopea in tavola

La Pasqua napoletana è un trionfo di gusto e di tradizione che trova uno dei propri punti di forza nei sostanziosi e saporiti ingredienti della cultura contadina utilizzati per la preparazione di piatti rustici dalla storia lunghissima e dal significato simbolico ricco e profondo.

Il primo tra questi è sicuramente il tortano, antenato del casatiello, e la sua profonda simbologia cristiana legata a ognuno degli ingredienti principali utilizzati per la sua preparazione che lo rende protagonista della tavola pasquale dei napoletani.

Per prepararlo a casa ecco la ricetta dello chef Salvatore Bianco.

Ingredienti per 10 persone:

Per l’impasto:
Farina 00 1 kg
Acqua tiepida ½ lt
Sugna 300 g
Burro 250 g
Olio evo 50 ml
Sale 25 g
Pepe nero q.b.
Lievito 25 g
Pecorino grattugiato 50 g

Per il ripieno:
Salame napoletano tagliato a cubetti100 g
Ciccioli di maiale tagliato a cubetti 100 g
Prosciutto cotto tagliato a cubetti 100 g
Provolone piccante tagliato a cubetti 100 g
Provolone dolce tagliato a cubetti 100 g
4 uova sode tagliate a spicchi
sale q.b.

Preparazione:
Versare la farina sulla superfice pulita di un tavolo e amalgamarla con il lievito e l’acqua tiepida. Successivamente, aggiungere la sugna, l’olio, il sale, il pepe e il pecorino grattugiato, impastando con le mani. Aggiungere a poco a poco gli ingredienti per il ripieno e continuare a impastare fino a quando non si otterrà un impasto liscio e compatto.

A seguire, modellare il composto a forma di salame e disporlo nel tradizionale ruoto a ciambella precedentemente imburrato. Coprire l’impasto con un canovaccio da cucina pulito e lasciarlo lievitare per almeno 2 ore. Successivamente, preriscaldare il forno a 180° e far cuocere il tortano per circa 50 minuti.

Infine, sfornare e servire tiepido.

SOCIAL MEDIA

Connect with us
About the author