Come creare un ambiente profumato e rilassante con le essenze dei Re Magi

Tutti noi associamo l’incenso, la mirra e l’oro ai regali che i Re Magi portarono a Gesù Bambino per rendere omaggio alla sua nascita: a quei tempi, la difficoltà di approvvigionamento di questi beni, li rendevano doni preziosi e unici.

Per ritrovare l’essenza dell’antica magia, la ricetta “fai da te” di questo mese cattura la leggenda di questi antichi doni per creare un ambiente speciale anche e soprattutto in vista delle festività natalizie e sfruttare le virtù miracolose di prodotti millenari.

Come? L’uso dell’olio essenziale di mirra per l’aroma massaggio e il profumo dell’incenso negli ambienti trasformeranno la vostra casa in un luogo accogliente, gradevole e ideale per le vostre serate rilassanti.

L’incenso e la mirra, resine naturali, sono dei rimedi curativi dal potente effetto antinfiammatorio e simili tra loro per origine, estrazione, proprietà e, soprattutto, per le ottime fragranze. La mirra, potente armonizzante, serve a equilibrare il mondo spirituale con quello materiale ed è capace di donare forza e ottimismo, predisponendoci a ricevere energia e amore dagli altri. Senza dimenticare che è un ottimo aiuto per conciliare il sonno!

L’olio essenziale di mirra, unito in poche gocce all’olio vegetale di mandorle, è un ottimo cicatrizzante ed è molto efficace contro gli eczemi, le screpolature della pelle, le rughe e le ferite. Se inalato, è un potente espettorante ed è un valido rimedio contro la tosse e le malattie da raffreddamento.

Per godere delle sue proprietà, riscaldate l’olio e applicatelo, dopo il bagno o la doccia, sulla pelle asciutta con manovre lente e delicate. L’olio essenziale di mirra non è irritante, non provoca sensibilizzazione e, se usato a bassi dosaggi, non è tossico. Si consiglia di evitarne l’uso durante la gravidanza.

Al fine di coadiuvare il fisiologico rilassamento, la meditazione e la pratica degli esercizi spirituali, si consiglia di accendere degli incensi.  L’incenso, infatti, è da sempre utilizzato nelle cerimonie sacre perché induce a uno stato favorevole di calma interiore, invogliando alla preghiera; le sue inalazioni sono capaci di agire contro stati di depressione, ansia e angoscia. In commercio è possibile trovarne di diverse varietà, in bastoncini oppure in grani, ma è opportuno prediligere quelli di origine naturale. L’ utilizzo per l’accensione di appositi bruciatori, permette all’aroma di espandersi in maniera omogenea.

In questo modo, non solo avremo un ambiente profumato, ma sarà anche purificato e pronto ad accogliere i nostri ospiti nel migliore dei modi!

SOCIAL MEDIA

Connect with us
About the author