Baccalà Fritto

Difficile immaginare qui in riva al golfo di Napoli una vigilia di Natale o un cenone di Capodanno senza l’inconfondibile e pungente odore del baccalà, prima “spugnato” e poi fritto! È da anni, tantissimi anni, che questa tradizione esiste; infatti la storia ci racconta che, oltre ad essere stato in passato il piatto di magro più diffuso tra il popolino, era apprezzato anche dai ricchi signori, che potendosi permettere pesci più costosi spesso si concedevano un bel piatto di baccalà.

Ingredienti:

400 g baccalà
250 ml olio di semi

Per la pastella:
400 g farina 0
Sale e pepe q.b.
150 ml birra fredda

 

Procedimento:

Fate scongelare i filetti di baccalà, nel frattempo preparate la pastella aggiungendo alla birra freddissima (posta in una pirofila) la farina, versandola poco alla volta, fino ad ottenere una consistenza appiccicosa. Condiamo con sale e pepe e lasciamo riposare in frigo per almeno 20 minuti, coprendola con una pellicola da alimenti.

Dopo aver un po’ infarinato i pezzetti di baccalà, passiamolo nella pastella e friggiamolo in abbondante olio bollente. Scoliamo i pezzetti di baccalà fritto dall’olio in eccesso e serviamoli ancora caldi.

SOCIAL MEDIA

Connect with us
About the author